English abstract here

Contenuti:
Ergonomia

Ergonomia psicologica
Manualistica
Le mie attività

Divagazioni:
Comolli in Rete
Il mio primo sito personale (1997)
Moto Guzzi custom
.

Manualistica

"Chi sa, fa. Chi non sa fare, insegna. Chi non sa insegnare, scrive manuali."

Un manuale o una guida in linea efficaci non nascono semplicemente dalla competenza tecnica: il contenuto deve essere integrato in una forma che ne faciliti la comprensione e la memorizzazione da parte dell'utente. Esistono collaudate strategie per la costruzione di testi, illustrazioni, percorsi concettuali: queste strategie sono elaborate da esperti di psicologia, pedagogia, linguistica e altre discipline.

.

Come si scrive un manuale

Appunti personali: la mia esperienza

  • Versione originale (estesa) del capitolo T come Technical writing con cui ho partecipato al libro collettivo La magia della scrittura (a cura di Alessandro Lucchini, pubblicato da Sperling & Kupfer, aprile 2005): leggi .PDF (245 KB) - scarica .ZIP (230 KB)
    .
  • Intervista a cura della dott.ssa Michela Barbero (aggiornamento - novembre 2001);
    .
  • Intervista a cura della dott.ssa Veronica Papalia (ottobre 2000).
    .
  • Un piccolo divertissement sui libretti di istruzioni, che ho pubblicato su Media World Magazine (aprile 2005): Stupid(i)ario hi-tech. Diario di bordo di un lettore di manuali - leggi .PDF (960 KB) - scarica .ZIP (950 KB)
    .
  • In più, un irresistibile scampolo autobiografico di Luciano Bianciardi sull'eterna lotta fra traduttore e revisore (in ambito letterario: ma Bianciardi è stato un personaggio poliedrico, da conoscere a ogni costo).
  • Un'altra gustosa *spigolatura* (è proprio il caso di dirlo: leggere per capire) sulla via crucis della traduzione (automatica).
  • Un punto di vista diverso e complementare (molto interessante anche in quanto poco frequentemente considerato): il ruolo dell'agente letterario nel rapporto tra autore, editore e mercato; da un seminario di Luigi Bernabò, titolare di una delle principali agenzie letterarie in Italia.

Metodo/preparazione

Elenco associazioni e risorse (Yahoo)
Il mestiere di scrivere di Luisa Carrada (guida e risorse: da non perdere)
Comuniconline di Alessandro Lucchini, Claudio Maffei e altri
Laboratorio di scrittura di Gianni Ventola (univ. Torino)
Writing for the Web di Jakob Nielsen (un classico)

San Francisco University

Society for Technical Communication
E-Server TC Library: risorse e link per Technical Communication & Technical Writing
Teachers of Technical Writing

Good Documents
Virgilio - Parole (risorse linguistiche by Virgilio.it)
Manuale di stile by Mneme
Manuale di stile by SuperTony.com
Figure retoriche (a cura di Silvio d'Angerio)
Manuale di stile per documenti amministrativi (Prefettura di Pavia)
Lessico italiano per stranieri -- e non solo (C.I.S. - Locuta.com)

Aziende e autori

Technical Writing: elenco aziende e professionisti (Yahoo)
WRITEC - communication engineering & technical writing (Vilma Zamboli)
IDM

Manuali.Net (raccolta di manuali gratuiti)
GuidainLinea (manuali e corsi online)
pdenicto.supereva.it (Paolo De Nictolis: tutorial gratuiti)
Repertorio di manuali/tutorial/guide online (Zerolire)
Librando.it - "Sapere per Fare" (libreria online specializzata in manuali)

Bibliografia online/offline

[N.B. - Le indicazioni seguenti sono accumulate grosso modo in ordine cronologico: ossia, le più recenti sono via via inserite in fondo. Non è un criterio molto scientifico né organizzato/sistematico: me ne scuso, ma è un criterio molto economico per me, in attesa di una ristrutturazione globale del sito...]

Un consiglio speciale per le ricerche bibliografiche su manualistica, documentazione tecnica eccetera: collegarsi al sito AskEric e impostare una ricerca sul database locale usando come chiavi "technical AND writing".

Da segnalare questa ricca raccolta di risorse di notevole interesse, con un eccellente motore di ricerca: EServer TC Library.
 .

Un altro elenco di risorse online è reperibile usando le stesse chiavi di ricerca su Yahoo/Science.

 .

E' difficile costruire una bibliografia su carta circa questo argomento. In particolare, scarseggiano le opere in lingua italiana. Un buon punto di partenza generale potrebbero essere questi testi:

  • LESINA R., Il nuovo manuale di stile. Guida alla redazione di documenti, relazioni, articoli, manuali, Zanichelli 1994 (norme generali sulla redazione e pubblicazione di testi);
  • SERRA BORNETO C. (a cura di), Testi e macchine. Una ricerca sui manuali di istruzioni per l'uso, Franco Angeli 1992 (approccio linguistico al technical writing);
  • CENTRO RICERCHE FIAT, La comunicazione tecnica (fuori commercio).

Un'ottima bibliografia è stata realizzata nel 1998 dalla Dott.ssa Sabina Pizzo, laureata in psicologia presso l'università di Torino con una tesi su "Il libretto uso e manutenzione nel sistema uomo-veicolo". Per informazioni, contattare la Prof.ssa Alessandra Re (Dip. Psicologia, Torino).

Negli ultimi anni sono apparsi in italiano alcuni ottimi libri sul business writing e sulla scrittura online:

  • Franco Carlini, Lo stile del Web, Einaudi, 1999.
  • Luisa Carrada, Scrivere per Internet, Lupetti, 2000.
  • Alessandro Lucchini, Business writing. Scrivere nell'era di Internet, Sperling & Kupfer, 2001.
    E' disponibile gratuitamente, in formato digitale PDF, un altro libro di Alessandro Lucchini Scrivere. Una fatica nera (consigli pratici per la comunicazione scritta nel lavoro).
  • Luca Toschi, Il linguaggio dei nuovi media, Apogeo, 2001.
  • Alessandro Lucchini (a cura di), Content management, Apogeo, 2002.

Nel 2002, le pubblicazioni sul tema sembrano ormai spuntare come funghi. Ecco altri due titoli:

  • Mario Grasso, Scrivere per il Web, Franco Angeli, 2002 (mi permetto di considerarlo francamente poco originale e qua e là alquanto confuso, pressoché un collage poco accurato di cose già lette; trovo sorprendente che un ottimo editore e un autore qualificato siano incorsi in un simile infortunio).
  • Max Giovagnoli, Scrivere il web, Dino Audino, 2002 (un libretto snello e compatto; a prima vista sembra uno dei proliferanti "cloni", invece contiene ottime idee e segue un approccio piuttosto ampio e documentato, interagendo criticamente con varie fonti del settore; dedica attenzione particolare alla narrativa/creatività online; l'autore ha esperienza nelle web-tv e il libro è stato adottato in corsi universitari e master sui new media).

Nel 2001 è apparso questo testo sulle traduzioni specializzate, molto ricco e approfondito (l'autrice è docente di "Traduzione specializzata dall'inglese" all'università di Trieste; presso la casa editrice della stessa università dirige la "Rivista internazionale di tecnica della traduzione - International Journal of Translation" e la collana "Traduzione, società e cultura"):

  • Federica Scarpa, La traduzione specializzata. Lingue speciali e mediazione linguistica, Hoepli, 2001.

Interessante anche il Manuale di terminologia pubblicato da Hoepli nel 2002:
http://www.hoepli.it/infoeditrice/8820329433.html

A proposito di terminologia: www.terminologia.it è un portale di linguistica-terminologia a cura dell'università di Bologna (S.S.Li.M.I.T. - Forlì). Una presentazione è apparsa in Apogeonline il 3/12/2001:
http://www.apogeonline.com/webzine/2001/12/03/11/200112031101

Un interessante glossario tecnico online (attenzione, però, perché ci si trovano indicazioni illuminanti e sacrosante insieme a idiosincrasie del tutto soggettive):
http://www.liberliber.it/speciali/2000/html40/terminologia.htm

Altri glossari ragionati di informatica:
http://beatles.cselt.it/gergo/indice.html
http://www.mauriziopistone.it/discussioni/mancanoparole.html
http://glossario.supereva.it/?p

Terminologia anglosassone? Una risorsa da non perdere: The Phrase Finder
http://phrases.shu.ac.uk/

Che ne è del web writing? Dalle note pionieristiche di Jakob Nielsen al suo ultimo libro Homepage Usability (v. scheda), ecco la sintesi e la rilettura critica di Luisa Carrada nel suo insostituibile Mestierediscrivere.com (22/4/2002):
http://www.mestierediscrivere.com/testi/webwriting.htm

Altri riferimenti (d'autore e non) sul web writing:
http://www.useit.com/papers/webwriting/ (è "lui", è Nielsen)
http://www.html.it/webwriting/writing_03.htm
http://www.fucinaweb.com/usabilita/hottextintervista.asp
http://www.webreview.com/
http://www.redaction.be

Avete presente il celeberrimo non-testo "Lorem ipsum"? Quando si progetta un libro, spesso fa comodo ricorrere a un testo fittizio per controllare gli ingombri, definire la gabbia di impaginazione, scegliere i font e così via. Da che mondo è mondo, e da che grafico è grafico, gli addetti ai lavori amano usare un testo in pseudo-latino che inizia con "Lorem ipsum dolor sit amet...". E' molto comodo per varie ragioni: a prima vista sembra dotato di significato, contiene una ampia varietà di caratteri, la lunghezza di parole e frasi è "plausibile", perciò è molto meglio di una serie di caratteri digitati a caso sulla tastiera. Se volete sapere tutto ma proprio tutto su Lorem ipsum, questo sito è molto interessante (contiene anche un generatore di pesudo-testi su misura):
http://www.lipsum.com/

Un blog eretico e irriverente su tematiche di scrittura/lettura: VerbaManent
http://verbamanent.org/

Un testo di riferimento pubblicato nel 2003:

  • E.Matricciani, Fondamenti di comunicazione tecnico-scientifica, Apogeo, 2003, pp. 384.
    .
    L'autore è un docente del Politecnico di Milano, ed è stato tra i primi in Italia a introdurre corsi di scrittura nel curriculum degli aspiranti ingegneri: evangelizzazione rara ed encomiabile. ;-)
    Il libro è rivolto primariamente agli studenti delle facoltà tecnico-scientfiche (e gran parte dei contenuti è dedicata alla scrittura di tesi e articoli a carattere scientifico): in un certo senso, rappresenta per il mondo non-umanistico l'equivalente del celeberrimo libro di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea", che da parte sua era prevalentemente concentrato sull'ambito umanistico.
    Il libro di Matricciani include peraltro una grande quantità di spunti interessanti per chi si occupa professionalmente di technical writing: note storiche circostanziate, esempi e casi analizzati in dettaglio, uso del testo, delle tabelle e delle figure, indicazioni strategiche e tattiche, elementi di workflow per la progettazione di manuali e testi tecnici, e così via.
    In breve: è una lettura non "facile", e di impostazione un po' accademica, ma senz'altro preziosa. Da sottolineare la miniera di riferimenti bibliografici.

A proposito di Umberto Eco, ecco un'altra uscita del 2003 da segnalare a chiunque si occupi di scrittura professionale:

  • U.Eco, Dire quasi la stessa cosa. Esperienze di traduzione, Bompiani, 2003, pp. 400.
    .
    Un libro di Eco dedicato alla teoria e pratica della traduzione (in ogni sua sfaccettatura e dimensione): serve aggiungere altro? La qualità di Eco, la completezza e l'incisività di Eco, la furbizia di Eco: un libro, in ogni caso, irrinunciabile. ;-) (Una curiosità: nella miriade di spunti del libro di Eco trova un posticino anche quel brano di Luciano Bianciardi che, come una reliquia, circola tra i "carbonari" dediti alla scrittura e alla traduzione. L'amico carbonaro Michele Pacifico mi ha inviato quella strepitosa paginetta di Bianciardi a inizio 2002, come consolazione e antidoto per i guai dei traduttori -- inclusi i technical translator...)

Parlando di traduzione automatica, ecco un riepilogo di alcuni pareri o esperienze (pro o contro), citati anche in altre parti del sito:

segnalazione - marzo 2005 (1):

un manuale operativo, con poca teoria e molta pratica (principi, regole e convenzioni redazionali; tipi di documenti e progetti pratici per il lavoro e lo studio; tecniche e scorciatoie per l'utilizzo di MS Office e OpenOffice.org): Alessandra Salvaggio, Manuale di scrittura, Tecnologie e professioni, Edizioni FAG
scheda del libro - booksite con link e risorse varie

segnalazione - aprile 2005 (1):

Un altro professionista della traduzione e redazione tecnica: Gianni Davico, titolare di Tesi e Testi (www.tesietesti.it). Segnalo in particolare la sezione "Brainfood" con interessanti e stuzzicanti contenuti.
Gianni Davico è anche autore del volume L'industria della traduzione (collana Laissez Passer, Edizioni SEB 27, Torino, 2005).

segnalazione - aprile 2005 (2):

Ecco il nuovo libro sulla scrittura, anzi sullE scritturE, a cura di Alessandro Lucchini, con la partecipazione mia e di ben più illustri firme, tra cui Luisa Carrada, Paolo Carmassi, Mafe de Baggis e molti altri (circa quaranta tra autori e contributor):
La magia della scrittura, Sperling & Kupfer, 2005
testo dell'Introduzione di Alessandro Lucchini (PDF, 60 KB)
Collegata al libro e al network degli autori, nasce poi la Palestra della scrittura.

 

 

.

Come si legge un manuale...

Le "istruzioni per leggere le istruzioni" (o i "manuali per leggere i manuali") si possono cercare nei testi di psicologia. Probabilmente però un lettore qualunque si annoierebbe. Questa invece è una pagina sintetica, efficace, concreta e gradevole da leggere. Dice tutto l'essenziale, ed è tratta da una rivista di informatica (articolo di Giuliano Boschi sui manuali HTML, citato più avanti): consigli per un principiante.
Anche se gli esempi sono riferiti ai manuali HTML, le riflessioni e i consigli sono validi in generale per chi deve scegliere, acquistare, leggere un manuale.

.

Esempio: manuali sul linguaggio HTML

I manuali HTML in Rete sono numerosissimi. Una corposa rassegna è stata presentata da Giuliano Boschi sul mensile MC Microcomputer n.186 (luglio/agosto 1998). Qui di seguito trovate alcune indicazioni, a puro titolo di esempio:

Per principianti
HTML.it: guide e corsi su HTML, Java, Javascript ecc. (ital.)
Guida HTML di Mc Microcomputer

Manuale per il principiante (ital.)

HTMLFree! (ital.)
HTML5 Beginner’s Guide, by Robert Mening (ingl.)
HTML for the Complete Idiot (ingl.)

Introduction to HTML (ingl.)
HTML Code Tutorial (ingl. - guida completa e forum)

WebMonkey - HTML Tutorial, by HotWired (ingl.)
Web Development & Design 101 (ingl.)

Per esperti
W3C - specifiche ufficiali HTML (ingl.)

Bare Bones Guide to HTML (più di 20 lingue, compreso ital.)

HTML5 Canvas Sheet, by Robert Mening
(ingl.)

.

E-mail: fabrizio@comolli.it
© 1998-2005 - Fabrizio Comolli